un mercato che
consuma il 50% dei
refrattari mondiali

Unistara si rivolge al settore della siderurgia con
una gamma di prodotti disegnata specificamente per questo mercato che consuma il 50% dei refrattari mondiali.

Elettrodi in grafite
 
Gli elettrodi di grafite distribuiti da Unistara sono prodotti nei più importanti stabilimenti cinesi secondo standard tecnici internazionali e controllati sistematicamente nei posti di carico per garantirne le caratteristiche.click & zoomIl mantenimento degli elevati standard qualitativi nella scelta delle materie prime e nella produzione viene verificato periodicamente presso gli stabilimenti.
 
Metodi di produzione
 
La grafite si ottiene artificialmente da carbonio e leganti quali pece e catrame. Le sue caratteristiche principali sono click & zoomuna bassa resistenza elettrica, una buona capacità lubrificante, l’alta conducibilità termica, l’alta resistenza agli shock termici e agli acidi o ad altri solventi.
L’impasto formato da pece e carbone macinato in specifiche granulometrie, viene estruso con una pressa e tagliato secondo formati standard (formatura). Questi elettrodi, detti “elettrodi verdi”, vengono quindi sottoposti a ricottura per alcune settimane a temperature comprese tra gli 800°C e i 1200°C che determinano l’evaporazione del 40% della pece (ricottura).
click & zoomAl fine di migliorarne il peso volume ed altre caratteristiche fisiche, gli elettrodi vengono nuovamente impregnati con la pece e sottoposti a seconda ricottura a circa 800°C (impregnazione). L’impregnazione del tipo RP ne determina ad esempio un peso volume pari a 1,62 g/cm3. Con la grafitizzazione, a temperature comprese tra i 2800°C ed i 3200°C, il carbone amorfo assume la caratteristica struttura cristallina e diviene grafite. Gli elettrodi così ottenuti vengono portati alle lunghezze previste dallo standard IEC 239.

Tipi di elettrodi
 
RP – Regular Power: indicati soprattutto per fonderie d’acciaio e ferro.
HP – High Power: impiegati prevalentemente nei forni L.F., possono essere utilizzati anche in alcuni forni elettrici ad arco.
SHP – Super High Power: impiegati prevalentemente nei forni L.F., possono essere utilizzati anche in alcuni forni ad arco non soggetti a eccessive sollecitazioni elettriche.
UHP – Ultra High Power: utilizzati soprattutto in forni elettrici ad arco ed in forni L.F. ad alto carico elettrico.
 
Masse per tundish
 
La massa per tundish proposta da Unistara, nasce dalla collaborazione con Lafarge Refractories.
E’ una massa basica ideale per le applicazioni che prevedono lunghe sequenze di colaggio (oltre 20 h) ma particolarmente adatta anche a tempi di colaggio inferiori differenziando opportunamente gli spessori applicati.
La particolare formulazione di queste masse ne rende assai agevole l’applicazione mediante gunnitatura nei tundish di grosse dimensioni e mediante cazzuolatura in quelli più piccoli.
 
Placca - Formati per colaggio in sorgente e getto
 
Unistara propone una gamma completa di formati alluminosi per il colaggio in sorgente di lingotti e getti di alta qualità. Questi formati, caratterizzati da tenori di allumina compresi tra il 60% e il 65% vengono realizzati in collaborazione con Seeif Ceramic a.s. (CZ), un’azienda specializzata nella produzione di formati alluminosi che vanno dalla chamotte alla mullite.
Per far fronte alle esigenze specifiche di ogni acciaieria e coprire tutte le esigenze del mercato, in particolar modo per quanto riguarda i getti, Unistara dispone di un vastissimo assortimento di stampi con i quali realizzare ogni tipo di personalizzazione o di pezzo speciale in funzione delle differenti esigenze produttive.